futuro prossimo vs passato remoto

Greta e gli altri...

ambientemin con questo disegno i ragazzi dei Consigli Comunali dei Ragazzi d'Italia (rappresentati fisicamente dai Consiglieri di tre regioni ma in rete con le altre realtà nazionali, vedi link) rappresentavano uno dei punti, quello sull'ambiente appunto, più sentiti da evidenziare in contesto Europeo tra i desiderata per una Europa a misura di ragazzi.

Era il gennaio 2015 e, seppure ce ne fosse il sentore, nessuno poteva immaginare che tale istanza con maggior motivazione (giustificata da quanto la scienza ci indica in questi ultimi tempi) fosse caparbiamente e risolutamente raccolta e denunciata da una giovanissima (16 anni) ragazza svedese che è riuscita a creare un terremoto d'opinione dove il palcoscenico lo hanno preso i suoi coetanei di tutto il mondo.

Greta Thumberg è il nome della ragazza, ma oramai nessuno può dire di non conoscere questo nome, che da mesi ogni venerdi non va a scuola (anche questa è una forma di protesta) e si reca avanti al parlamento del suo Paese con tanto di cartello dove a chiare lettere richiama all'ordine quegli adulti delle Istituzioni che hanno portato (volontariamente o solo per inerzia) il nostro mondo ad "un passo" dal precipizio.

Quando per la prima volta Greta ha dimostrato (sola, così piccola ma già così grande) è riuscita ad attirare l'attenzione in una misura tale da invitarla ad un intervento pubblico alla Conferenza Mondiale sul Clima a Katowice in Polonia dove avanti ai rappresentanti di 196 governi del mondo ha puntato il dito accusando loro e le generazioni che rappresentano con queste parole:

"Voi dite di amare i vostri figli ma state rubando loro il futuro davanti agli occhi finché non vi fermerete a focalizzare cosa deve essere fatto anziché su cosa sia politicamente meglio fare, non c’è alcuna speranza." (estratto dal discorso)

Leggi tutto: futuro prossimo vs passato remoto

il supplente

 L'isola, la RAI e l'ascolto dei ragazzi

 

L’isola di Arturo fa del confronto, dell’ascolto e della partecipazione la propria mission istituzionale, in particolare interpellando e coinvolgendo le giovani e giovanissime generazioni.

La promozione e l’accompagnamento/consulenza delle Amministrazioni Locali nella istituzione dei Consigli Comunali dei Ragazzi (CCR), luogo della partecipazione dei piccoli cittadini alla cosa pubblica (sui temi che li riguardano), dell’ascolto da parte degli Amministratori Senior e del confronto tra ragazzi e con gli adulti alla ricerca di soluzioni a piccoli e grandi problematiche che li interessano, è il tratto distintivo della Cooperativa.

Leggi tutto: il supplente

La vergogna di essere occidentali, oggi.

 anno del Signore 2018...

 

1491472781 siria

Nel settembre del 2013, quando l’america di @BarakObama minacciava l’attacco alla siria in difesa di quel popolo già allora colpito dalla fame di vendetta (contro il dissenso interno) del presidente Assad, accusato di usare armi chimiche, L’isola di Arturo promosse una iniziativa contro la guerra volendo dar voce e smuovere l’opinione pubblica. Era appunto il settembre del 2013 ossia circa 5 anni fa.

Da allora la Siria è stata ed è territorio di guerra;

Leggi tutto: La vergogna di essere occidentali, oggi.

riqualificare=valorizzare

RIQUALIFICARE è VALORIZZARE

In un articolo a firma Ferruccio Izzo, scritto sul mensile DOMUS n. 1016 (settembre 2017), nel presentare il programma di rigenerazione urbana avviato in Napoli, nel centro antico, si faceva riferimento al tratto distintivo di tale intervento, cioé il coinvolgimento sociale e la partecipazione del mondo dell'arte e della cultura oltre che delle Istituzioni, anche educative.

Leggi tutto: riqualificare=valorizzare

seminare speranza

 

 progetto SEMINARE SPERANZA

loc11apr  Dalla esperienza de L'isola di Arturo ONLUS e dalla determinazione al compimento della propria Missione di un "Parroco di periferia", ma soprattutto dalla volontà comune di intervenire su un contesto periferico al limite del degrado urbano, ma sicuramente destinato ad esso, nasce un progetto di riqualificazione, in termini sociali, culturali ed ambientali, di un quartiere "dormitorio" della Città di Santa Maria Capua Vetere.

Dalle parole di Padre Ciro, appunto il Parroco della parrocchia dell'Immacolata Concezione di Maria Vergine, riferimento primo del quartiere su cui si vuole intervenire, la presentazione del percorso progettuale; il filmato che pubblichiamo qui di seguito si riferisce all'incontro di presentazione del progetto tenutosi al Dipartimento di Scienze Politiche "Jean Monnet" della Università degli studi della Campania "Luigi Vanvitelli" di Caserta. Il Dipartimento è partner del progetto insieme a numerose associazioni del territorio e a due istituti scolastici di Santa Maria Capua Vetere.

https://youtu.be/bTqSqbeMo6E

prossimamente l'incontro di presentazione in loco, cioè nell'ambito del quartiere oggetto di intervento di cui daremo notizia su questo sito e sul nostro account Facebook

Le attività progettuali prenderanno avvio nella prima settimana di maggio 2017, tutto il percorso sarà illustrato e aggiornato ogni settimana su questo sito.

Informazioni aggiuntive